Comune di Camino al Tagliamento

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Appalti e Gare

Data: martedì 01, settembre 2015

Avviso aggiudicazione

Avviso aggiudicazione definitiva gara ristorazione scolastica - Camino al Tagliamento[leggi]


LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE URBANA DELLA LOCALITA’ DI GORIZZO - AVVISO AGGIUDICAZIONE

    ESITO GARA192 K

    PROCEDURA APERTA: CONCESSIONE DI LAVORI IN FINANZA DI PROGETTO PER L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA, L’OTTIMIZZAZIONE ENERGETICA, LA RIQUALIFICAZIONE FUNZIONALE, L’ADEGUAMENTO NORMATIVO NONCHE’ LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA DEL CAPOLUOGO

    Il Comune indice una gara a procedura aperta per LA CONCESSIONE IN P.F. PER INNOVAZIONE TECNOLOGICA, ADEGUAMENTO NORMATIVO, RIQUALIFICAZIONE FUNZIONALE E GESTIONE IMP. ILL. PUBBLICA. Valore investimento ventennale €. 1.202.027,00.

    Le offerte dovranno pervenire entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 22.02.2016 al Comune di Camino al Tagliamento (UD), Via Roma 2.

    FAQ

    DOMANDA

    Con la presente chiediamo chiarimenti in merito al punto 1.11) del disciplinare a pagg 14 e 15: “dichiarazione e autocertificazione e dimostrazione della qualificazione per ogni categoria dei lavori secondo quanto previsto al pto 5 a pagg 2 e 3”

    Cosa si intende? Di dimostrare i requisiti richiesti in base al punto 16 del disciplinare?

     

    RISPOSTA

    I riferimenti al pto 5 a pagg 2 e 3 sono un refuso. Al punto 1.11) a pagina 14 del disciplinare, si chiede di dimostrare i requisiti richiesti al punto 16 pag. 5 e 6 del disciplinare.

    Legge anticorruzione 190/2012

    Responsabile della prevenzione della corruzione

    Pubblicazione elenchi ai sensi del comma 32 art. 1 della Legge 6 novembre 2012 n. 190

    Si riporta di seguito il testo dell'art. 1 comma 32 della legge 33/2013

    32. Con riferimento ai procedimenti di cui al comma 16, lettera b), del presente articolo, le  stazioni  appaltanti  sono  in  ogni  caso tenute a pubblicare nei propri siti web istituzionali:  la  struttura proponente; l'oggetto del bando; l'elenco degli operatori invitati  a presentare offerte; l'aggiudicatario; l'importo di aggiudicazione;  i tempi di completamento dell'opera, servizio  o  fornitura;  l'importo delle somme liquidate.  Entro  il  31  gennaio  di  ogni  anno,  tali informazioni, relativamente all'anno precedente, sono  pubblicate  in tabelle  riassuntive  rese  liberamente  scaricabili  in  un  formato digitale standard aperto che consenta di  analizzare  e  rielaborare, anche a fini  statistici,  i  dati  informatici.  Le  amministrazioni trasmettono in formato digitale tali informazioni  all'Autorita'  per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi  e  forniture, che le pubblica nel proprio  sito  web  in  una  sezione  liberamente consultabile da tutti i cittadini, catalogate in base alla  tipologia di stazione appaltante  e  per  regione.  L'Autorita'  individua  con propria  deliberazione  le  informazioni  rilevanti  e  le   relative modalita' di trasmissione.  Entro  il  30  aprile  di  ciascun  anno, l'Autorita' per  la  vigilanza  sui  contratti  pubblici  di  lavori, servizi e forniture trasmette alla Corte  dei  conti  l'elenco  delle amministrazioni che hanno omesso  di  trasmettere  e  pubblicare,  in tutto o in parte, le informazioni di cui al presente comma in formato digitale standard aperto. Si applica  l'articolo  6,  comma  11,  del codice di cui al decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163.